pasta-fredda

Pasta fredda: il must-have delle nostre tavole estive

Print Friendly

Le afose temperature estive ci invogliano ben poco a stare davanti ai fornelli; per fortuna ci vengono in aiuto piatti veloci e completi come la pasta fredda, classico intramontabile dei menù estivi. Da consumare in spiaggia sotto l’ombrellone, in un prato per un pic-nic oppure in ufficio durante la pausa pranzo, questo piatto si adatta a innumerevoli situazioni. Nonostante sia un piatto semplice e veloce, in realtà per cucinare una pasta fredda perfetta è necessario seguire alcune piccole accortezze che eviteranno il cosiddetto “effetto colla”.


La prima regola è quella di utilizzare pasta di alta qualità e porosa perché in questo modo il condimento si assorbe meglio, esaltando la consistenza della. I formati che maggiormente si adattano a questo piatto sono quelli corti come le penne rigate che ben si amalgamano agli ingredienti e ne trattengono i pezzi, mentre per pesti o sughi freddi a base di ricotta meglio abbinare paste ritorte come i fusilli.

La cottura della pasta deve essere assolutamente al dente. Un errore comune è quello di lavarla con acqua fredda per fermare la cottura, passaggio che le fa perdere amido e sapore. La pasta va invece immediatamente versata in una teglia o un’insalatiera capiente, condita con olio extra-vergine di oliva, mescolata e lasciata raffreddare a temperatura ambiente. Mettetela quindi in frigo: il condimento dovrà essere aggiunto solo quando la pasta sarà completamente fredda. Se la quantità di pasta preparata è davvero tanta e la consumerete anche nei giorni successivi, ricordatevi di conservarla in contenitori ermetici e aggiungere il condimento a parte solo quando la servite.

A questo punto sbizzarrite la vostra fantasia per inventare condimenti sempre nuovi, che trasformino la pasta fredda in mille modi. Se siete stufi del grande classico “pomodoro e mozzarella”, potete aggiungere verdure di stagione a piccoli pezzetti, tonno, olive, gamberetti, feta e chi più ne ha più ne metta. Un’alternativa fresca e veloce è quella di condire la pasta con un pesto, da quello ligure di basilico a quello alla rucola, da quello di piselli alla versione detox preparata con spinaci, fino ai peperoni e alle zucchine con qualche foglia di menta.

Proprio perché ricca di ingredienti, la pasta fredda costituisce un pasto completo i cui i nutrienti, in particolate proteine e fibre, devono essere ben bilanciati e i condimenti, che possono rendere la digestione difficile quando fa caldo, non esagerati. Per una variante più leggera e sana, ma altrettanto gustosa, Pasta Toscana suggerisce di utilizzare la pasta della linea Integrale con Omega 3 con un alto contenuto di fibre (il 32 % del fabbisogno giornaliero) che contribuisce ad aumentare il senso di sazietà e conseguentemente ad un più facile controllo del peso corporeo. Prodotta con semole provenienti solo da grani toscani rigorosamente selezionati, questa pasta garantisce una maggior digeribilità e una percentuale più alta di vitamine e sali minerali; inoltre il contenuto di Omega 3, assicurato dall’aggiunta di farina di lino (Ala Omega 3), ha un’azione preventiva contro le malattie cardiovascolari e metaboliche. Con l’aggiunta di Pasta Toscana Integrale con Omega 3 la tua pasta fredda diventerà una fonte giornaliera dei nutrienti naturali indispensabili per sentirsi bene e mantenersi in forma.

Ufficio Stampa

save_the-tuscan-style
rassegna_stampa